Castello di Procopio. Prestigio e fascino senza tempo.

Recentemente abbiamo avuto l’opportunità di ammirare e fotografare il Castello di Procopio, in Umbria. Pensare che si tratta di qualcosa che fino a dieci anni fa era poco più di una rovina sembra quasi inverosimile, e invece questo maestoso castello a pochi chilometri da Perugia è risorto come una fenice dalle proprie ceneri, tornando a splendere più sontuoso che mai. Il merito di questo recupero è del giovane editore e imprenditore russo Eugeny Lebedev, che nel 2005 ha affidato gli impegnativi lavori di ristrutturazione allo Studio Domenico Minchilli di Roma. Durante i lavori di ristrutturazione sono stati recuperati documenti che illustravano disegni originali del castello, che a quanto pare sono stati fondamentali nel ridare luce e nuova vita alla struttura rispettando allo stesso tempo i criteri di accuratezza storica.

L’architetto Minchilli si è quindi occupato della riqualificazione a livello strutturale mentre il gravoso compito di riportare l’edificio agli antichi splendori di un tempo è stato affidato ad un interior designer d’eccezione, lo statunitense Martyn Lawrence Bullard.

francesca-pagliai-castello-procopio-salone-lawrence bullard
Poltrona blu: Martyn Lawrence Bullard “Byron English Club Chair” Lampadario: Richard Shapiro

L’atmosfera da castello secolare è certamente percepibile: le camere sono vere e proprie suites, riccamente decorate e arredate con eleganza e un tocco di lusso: divani e poltrone dai preziosi broccati, imponenti camini, maestosi baldacchini, e legni pregiati dei mobili d’antiquariato risalenti al XVIII e XIX secolo.

francesca-pagliai-castello-procopio-camera-lawrence bullard
Poltrona verde: Tappezzeria Fratelli Luciani Pouf: Martyn Lawrence Bullard for Schumacher, silk velvet “Diva”

I complementi d’arredo del castello sono l’esempio perfetto dell’impeccabile gusto di Lawrence Bullard che ha scelto di recuperare molti tesori dal mercato dell’antiquariato di lusso o ha personalmente ideato molti dei design, che integrandosi con sintonia con il resto degli arredi, contribuiscono al fascino di un luogo sospeso nel tempo.

Le ricche e sofisticate carte da parati rendono unico e accogliente ogni ambiente.

francesca-pagliai-castello-procopio-piscina
All’esterno della struttura, un delizioso viaggetto tra cespugli di inebriante lavanda e elicriso conduce ad una splendida piscina, immersa nella quiete e circondata dagli uliveti delle dolci colline umbre.