Improvvisando con un liutaio

Pietro Gargini: da architetto a artigiano della musica
Oggi gran divertimento nell’improvvisare un set fotografico per realizzare alcuni ritratti di Pietro Gargini, giovane e promettentissimo liutaio pistoiese.50D

“Un tavolo, una sedia, un cesto di frutta e un violino; di cos’altro necessita un uomo per essere felice?”

Con questa citazione di Albert Einstein si apre il sito di Pietro www.pietrogargini.it, uno che il legno se lo sceglie e che ha la pazienza di farlo stagionare fino al momento più giusto per essere lavorato, uno che produce da solo le vernici basandosi su antiche e selezionatissime ricette.
Della sua prima formazione da architetto gli rimangono probabilmente il fascino per l’armonia delle  forme, il senso estetico raffinato ed essenziale, la meticolosità per la ricerca della perfezione.

Oggi, all’interno del nostro studio troppo affollato di tanti oggetti per trovare sufficiente spazio, ci siamo ritagliati mezz’ora e quattro metri quadrati tra muri e pavimenti, per domani, quando dovremo fotografare gli strumenti, io e Francesco dovremmo essere bravi a far spazio e pulizia!

www.francescapagliai.com
www.pietrogargini.it